25-09-2019

Arneg con Eurovent per una refrigerazione sempre più trasparente

Le aziende della refrigerazione unite per un modello condiviso




E’ ormai noto come i produttori di mobili refrigerati investano sempre di più nella ricerca di soluzioni e prodotti più efficienti e rispettosi delle risorse naturali e che siano, allo stesso tempo, in grado di ridurre sia le emissioni dannose che i costi dovuti al consumo energetico.

Con questo stesso obiettivo si muove l’operato di Eurovent, l’associazione industriale europea che raggruppa le principali industrie del settore della refrigerazione e della climatizzazione e di cui Pierluigi Schiesaro, Direttore Ricerca & Sviluppo di Arneg, veste con orgoglio il ruolo di Chairman del gruppo di lavoro sui mobili refrigerati (PG-RDC).

In particolare, le Direttive Europee di prossima pubblicazione Energy Labelling ed Eco Design per il settore della Refrigerazione Commerciale costituiscono il principale oggetto dell’attività del gruppo di lavoro coordinato dall’Ing. Schiesaro. Queste normative sono state infatti l’ordine del giorno anche dell’ultimo incontro tenutosi a Madrid nei giorni 17 e 18 Settembre scorsi. Le discussioni hanno messo sul tavolo specialmente la definizione dei parametri che gli espositori refrigerati devono seguire sulla base dei futuri standard energetici.

Tra le tante questioni, si è tentato di delineare meglio anche aspetti non chiariti dalla normativa ma indispensabili per effettuare prove di efficienza dei mobili standardizzate come, per esempio, parametri e attrezzature per la normalizzazione delle prove… o altri aspetti di calcolo in grado di influenzare i criteri di Eco Design.

"I produttori di mobili refrigerati attendono da tempo che la legislazione europea in materia di Eco Design definisca i parametri energetici che questo tipo di apparecchiature della distribuzione alimentare deve seguire. Il ritardo ha introdotto elementi molto dannosi e di grande incertezza per l'industria", ha detto Manuel Lamúa, direttore di AEFYT, associazione spagnola delle aziende del freddo, sede dell'incontro. "Speriamo che questa iniziativa Eurovent serva a chiarire la situazione e lo faccia, tenendo conto anche dei criteri professionali dell'industria del freddo".

L’incontro di due giorni ha contribuito a definire il modello di riferimento e ad elaborare una proposta concreta di configurazione dei gruppi frigoriferi standardizzata e coerente con i nuovi fabbisogni energetici.

Il fine ultimo è ambizioso: permettere ai consumatori di scegliere con maggior consapevolezza gli apparecchi più efficienti dal punto di visto energetico, possibilmente con basso impatto ambientale.

Per l’aggiornamento dello standard, attendiamo ora l'entrata in vigore dell'EPREL, European Product Database for Energy Labelling, prevista nei prossimi mesi.

 

Nella foto, da sinistra a destra: Jesus Beraza (Vicepresidente PG-RDC), Felix Sanz del Castillo (Vicedirettore Generale AEFYT) Roberto Solsona Caballer (Presidente AEFYT), Pierluigi Schiesaro (Presidente PG-RDC), Francesco Scuderi (Eurovent)